a squadra di Zidane vince di misura a Valladolid e stacca il Barcellona. iI ‘Colchoneros’ pareggiano contro l’ultima in classifica e vengono agganciati dal Getafe, vincente contro il Betis. La Real Sociedad vince ed è sesta. Pari senza reti tra Celta Vigo e Eibar

Il Real Madrid supera nel finale il Valladolid e si porta da solo in testa alla classifica di Liga. I ‘Blancos’ passano all’11’ con colpo di testa di Casemiro, ma il centrocampista brasiliano si vede annullare il gol per fuorigioco. E’ il preludio ad una partita di sofferenza: gli uomini di Zinedine Zidane faticano contro la formazione castigliana, coesa ed equilibrata. Al 51′ Masip si supera con un doppio intervento prima su Casemiro, poi sulla conclusione ravvicinata di Rodrygo. Al 67′ ci prova anche Benzema, con un colpo di testa che sfila a lato di un soffio rispetto alla porta dei padroni di casa. La resistenza del Valladolid cade, però, undici minuti più tardi: sugli sviluppi di un angolo dalla destra, Kroos mette un pallone sulla testa di Nacho, che non può sbagliare. Basta il primo gol stagionale dello spagnolo alla squadra di Zidane per conquistare i 3 punti, anche se non manca il brivido finale. Al 87′, infatti, il Valladolid trova la rete del pareggio con Sergi Guardiola, pescato però in offside dal guardalinee. Si tratta dell’ultima emozione di una partita che proietta la squadra madrilena al primo posto solitario, a più tre sul Barcellona (sconfitto 2-0 dal Valencia sabato).

Passo falso dell’Atletico Madrid, che pareggia 0-0 in casa contro il Leganes e perde l’occasione per accorciare rispetto ai blaugrana. Al Wanda Metropolitano Diego Simeone accoglie il ritorno di Sime Vrsaljko, al rientro dopo l’operazione al ginocchio (non giocava dal 13 gennaio, Inter-Benevento di Coppa Italia). I padroni di casa partono forte e provano a farsi vedere in un primo momento con Correa dalla destra. Eppure è Oblak a salvare il risultato: serve un super intervento del portiere sloveno per negare la rete a Braithwaite. Il Leganes mostra equilibrio e solidità, ma nel secondo tempo, con il calare delle energie, diminuisce anche la lucidità. E i ‘Colchoneros’ provano ad approfittarne. Morata ha sulla testa la palla del match, ma schiaccia troppo e grazia Cuellar. Proprio il portiere ospite viene espulso nel rovente finale del match (in cui viene ammonito anche ‘Il Cholo’) e costringe Aguirre a mettere in porta un giocatore di movimento, Jonathan Silva. Il risultato però non si sblocca. Lo 0-0 sa di beffa per l’Atletico, che sale a quota 36 punti, a -2 dal terzo posto del Siviglia e a 7 di distanza dalla vetta, condivisa da Real Madrid e Barcellona (che può esultare per il rientro in gruppo di Ousmane Dembelé). La squadra di Simeone ha realizzato solamente un gol nelle ultime 4 partite. Il Leganes, ultimo in solitaria prima di questa sfida, aggancia ora l’Espanyol a 15 punti.